Alla natura si comanda solo ubbidendole. Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

Storia del caffè

I ritrovamenti archeologici ci permettono di affermare che l’origine della bevanda denominata caffe’, di provenienza mediorientale, risale all’800 dopo Cristo.

I primi riferimenti letterari sul caffe’ si devono a Omero che, nel quarto canto dell’Odissea, accenna a una bevanda dalle caratteristiche particolari.
Intorno all’anno 1000 si ha una sommaria descrizione tecnica del caffe’ da parte del grande medico arabo Avicenna.
Il caffe’ è stato utilizzato in origine sulle montagne dell’Etiopia dai nomadi e dai guerrieri della tribù Galla.
Alcuni storici affermano che il caffe’ prende il nome dalla regione etiope di “Kaffa” che è l’habitat naturale della specie Arabica.
Il caffe’ ha avuto un suo primo sviluppo commerciale grazie agli Arabi che tra il 1300 e il 1400 diffondono la bevanda in tutto il mondo musulmano, come valido sostituto di bevande alcoliche che il Corano vietava.

L’affermazione del caffe’ in Europa si deve invece a Venezia e avviene solo nel 1600.
Tra il 1600 e il 1700 si diffondono le famose Botteghe del caffe’, antesignane dei moderni bar, luoghi di incontro di poeti, intellettuali e artisti del tempo, in cui si discute di politica e costume tra una tazza di caffe’ caldo e un dessert.
L’impero asburgico conoscerà il caffe’ quando, liberata Vienna dall’assedio dei Turchi nel 1683, verranno scoperti 500 sacchi di caffe’ nell’accampamento abbandonato.


In Italia la diffusione della bevanda diventa capillare dal 1700 in poi. In ogni città troviamo ancora oggi locali storici che si legano alla diffusione del prodotto.
Alla fine dell’Ottocento nascono le prime torrefazioni specializzate nella tostatura, fornitrici esclusive delle botteghe del caffe’. I torrefattori inventano le prime miscele per dare un’impronta personale al prodotto.

Dopo la seconda guerra mondiale le torrefazioni incominciano a lavorare per il grande pubblico, bar e famiglie. Inizia la stagione industriale del caffe’.
Oggi in Italia si contano circa 2000 torrefazioni di grandi, medie e piccole dimensioni. 



Alcune date importanti

    • 800 d.C. I ritrovamenti archeologici negli Emirati confermano l’esistenza e l’uso di caffe’ tostato nelle regioni mediorientali
    • 1400 Vengono rinvenuti alcuni documenti di medici arabi che testimoniano l’uso terapeutico del caffe’;
    • 1592 Prospero Alpino, un medico botanico, definisce in maniera scientifica la pianta e ne conferma l’uso in Egitto
    • 1600 Il caffe’ viene introdotto in Europa non solo come medicinale, ma come bevanda
    • 1645 Nasce a Venezia il primo caffe’;
    • 1672 Il primo Gran caffe’ apre a Parigi
    • 1700 La pianta di caffe’ viene esportata dai Paesi arabi nel mondo
    • 1720 Nasce a Venezia il caffe’ FLORIAN, per opera di Floriano Francesconi, grande esempio europeo di moderna bottega del caffe’.
    • 1723 La Francia introduce la pianta del caffe’ nelle Antille
    • 1727 Il Portogallo introduce la pianta del caffe’ in Brasile
    • 1730 L’Inghilterra introduce la pianta del caffe’ a Ceylon, in Giamaica, a Cuba e nel Centro America
    • 1730 La Spagna introduce la pianta del caffe’ in Colombia

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...